Esplorare le differenze: un confronto completo tra MIM e tecniche di lavorazione

Lo stampaggio ad iniezione di metalli (MIM) e la lavorazione meccanica sono due tecniche popolari utilizzate nell'industria manifatturiera per creare parti metalliche. Entrambi i metodi presentano vantaggi e considerazioni unici, rendendo essenziale per i produttori capire quale approccio è più adatto alle loro esigenze specifiche. In questo confronto completo, esploreremo le differenze tra MIM e lavorazione meccanica, approfondendo vari fattori quali materiali, dimensioni della parte, tolleranze, volumi di produzione, geometrie complesse, investimento nello stampo, scarti di materiale, capacità, resistenza e prestazioni, processo di produzione, progettazione geometria, cicli di produzione, costi di produzione, generazione di rifiuti, ripetibilità rispetto a tolleranze e flessibilità di progettazione. Alla fine di questo articolo, avrai una chiara comprensione di quando il MIM brilla di più e quando la lavorazione tradizionale è al centro della scena! Quindi tuffiamoci nel mondo di MIM contro lavorazione meccanica e scopri quale metodo regna sovrano nei diversi scenari!

Stampaggio a iniezione di metalli vs. lavorazione meccanica: quando il MIM è il migliore

Lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) è spesso la scelta preferita quando si tratta di determinati aspetti della produzione. MIM eccelle nella produzione di parti con geometrie complesse che sarebbero difficili o impossibili da ottenere con i metodi di lavorazione tradizionali. Questo apre un mondo completamente nuovo di possibilità di progettazione, in particolare per settori come quello aerospaziale e dei dispositivi medici.

MIM brilla di più quando si tratta di volumi di produzione elevati. Con la sua capacità di produrre grandi quantità di parti complesse in modo rapido ed efficiente, MIM si dimostra una soluzione ideale per i produttori che desiderano soddisfare programmi di produzione impegnativi.

L'efficacia in termini di costi gioca un ruolo significativo nel determinare quando il MIM è l'opzione migliore. Mentre i costi iniziali di investimento dello stampo possono essere più elevati rispetto alle impostazioni di lavorazione, il costo complessivo per pezzo tende a diminuire in modo significativo con cicli di produzione più grandi. Ciò rende MIM una scelta conveniente per le aziende che mirano a una redditività a lungo termine.

In conclusione, lo stampaggio ad iniezione di metalli offre vantaggi unici rispetto alle tradizionali tecniche di lavorazione in termini di flessibilità di progettazione, economicità e capacità di produzione di grandi volumi.

Tuttavia, è importante considerare fattori quali le proprietà dei materiali, le tolleranze e le dimensioni delle parti prima di prendere una decisione.

E ora andiamo avanti ed esploriamo ulteriormente questi fattori!

Materiali/Proprietà dei materiali

Quando si tratta di scegliere tra stampaggio a iniezione di metalli (MIM) e tecniche di lavorazione, un fattore importante da considerare sono i materiali e le proprietà dei materiali. Entrambi i metodi hanno i propri punti di forza e limiti in questo aspetto.

Nel MIM è possibile utilizzare un'ampia gamma di materiali, tra cui acciaio inossidabile, leghe di titanio, leghe di cobalto-cromo e altro ancora. Questa flessibilità consente la produzione di parti con proprietà meccaniche variabili come resistenza, durezza e resistenza alla corrosione. Inoltre, MIM offre il vantaggio di produrre parti complesse con microstrutture uniformi grazie alla sua metallurgia delle polveri processo.

D'altra parte, le tecniche di lavorazione sono tipicamente limitate a billette solide o barre di metalli specifici come alluminio o acciaio. Sebbene questi materiali possano offrire eccellenti caratteristiche di resistenza e durata, potrebbero non essere sempre adatti a progetti intricati o geometrie complesse.

Quando si considera la scelta tra MIM e lavorazione basata solo sulle proprietà del materiale, MIM offre una maggiore versatilità offrendo una più ampia selezione di materiali con proprietà meccaniche su misura, consentendo anche la produzione di progetti complessi con microstrutture coerenti.

Dimensione parte

Quando si tratta di produrre parti, le dimensioni contano. Le tecniche di stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e di lavorazione hanno capacità diverse quando si tratta di gestire parti di varie dimensioni.
Nel mondo del MIM, le parti più piccole tendono ad essere più adatte a questo processo. Con MIM, è possibile ottenere dettagli complessi anche con componenti minuscoli. La capacità di produrre geometrie complesse in piccole dimensioni è uno dei principali vantaggi del MIM rispetto alle tecniche di lavorazione.

D'altra parte, le tecniche di lavorazione eccellono nella gestione di pezzi più grandi. Sia che tu abbia bisogno di un componente di grandi dimensioni per un'applicazione industriale o di una parte sostanziale per scopi automobilistici, la lavorazione può fornire risultati precisi su scala più ampia.

Sebbene sia il MIM che la lavorazione meccanica abbiano i loro punti di forza quando si tratta di requisiti di dimensioni delle parti, soddisfano diversi estremi dello spettro. Quindi, sia che tu abbia bisogno di piccoli componenti progettati in modo complesso o di pezzi più grandi progettati con precisione, la comprensione delle tue specifiche esigenze di dimensioni delle parti ti aiuterà a determinare quale tecnica è più adatta al tuo progetto.

Tolleranze strette

Tolleranze ristrette: un fattore cruciale da considerare quando si decide tra lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e le tecniche di lavorazione. Nelle industrie di precisione come quella aerospaziale o medica, anche la minima deviazione può avere conseguenze significative.

Con MIM, ottenere tolleranze ristrette è difficile a causa del potenziale restringimento durante i processi di raffreddamento e sinterizzazione. Tuttavia, i progressi nella tecnologia MIM hanno consentito una maggiore precisione, rendendola adatta a determinate applicazioni che richiedono una maggiore precisione.

D'altra parte, la lavorazione offre un controllo eccezionale sulla precisione dimensionale. Con le macchine a controllo numerico computerizzato (CNC) in grado di raggiungere una precisione micrometrica, è possibile ottenere facilmente tolleranze ristrette. Ciò rende la lavorazione un'opzione interessante quando la precisione assoluta non è negoziabile.

La scelta del MIM o della lavorazione dipende dai requisiti specifici relativi ai livelli di tolleranza. Sebbene MIM abbia fatto passi da gigante in questo settore, la lavorazione a macchina regna ancora sovrana quando si tratta di fornire parti precise senza compromessi.

Alti volumi di produzione

Quando si tratta di elevati volumi di produzione, sia il Metal Injection Moulding (MIM) che le tecniche di lavorazione hanno i loro punti di forza. Nel regno del MIM, eccelle nella produzione di grandi quantità di parti complesse con geometrie complesse in modo conveniente. Il processo prevede l'iniezione di metallo fuso negli stampi e quindi la loro sinterizzazione per creare componenti durevoli.

D'altra parte, la lavorazione meccanica è anche in grado di gestire elevati volumi di produzione utilizzando strumenti controllati da computer per modellare le materie prime in prodotti finiti. Questo metodo offre un'eccellente precisione e può produrre risultati costanti durante cicli di produzione su larga scala.

La scelta tra MIM e lavorazione meccanica per volumi di produzione elevati dipende in ultima analisi da fattori quali la complessità del pezzo, le proprietà del materiale, le tolleranze richieste e i costi. Tuttavia, entrambe le opzioni forniscono soluzioni affidabili quando si tratta di soddisfare in modo efficiente le esigenze della produzione di massa.

Geometrie complesse

Quando si tratta di produrre parti con forme intricate e geometrie complesse, il Metal Injection Molding (MIM) si rivela la scelta migliore rispetto alle tradizionali tecniche di lavorazione. MIM consente la creazione di componenti con dettagli intricati, come pareti sottili, sottosquadri e caratteristiche interne che altrimenti sarebbero difficili o impossibili da ottenere attraverso la sola lavorazione.

La versatilità del MIM consente ai produttori di produrre parti con geometrie complesse senza compromettere la precisione o la qualità. Con la sua capacità di modellare progetti complessi in un unico ciclo di produzione, MIM elimina la necessità di molteplici operazioni di lavorazione richieste dai metodi tradizionali. Ciò non solo consente di risparmiare tempo, ma riduce anche i costi associati alla manodopera e agli utensili.

Inoltre, il processo di stampaggio a iniezione di metallo offre una maggiore libertà di progettazione quando si tratta di creare geometrie complesse. Utilizzando stampi in grado di accogliere dettagli precisi e forme complesse, i produttori possono trasformare in realtà le loro idee più innovative. Dai dispositivi medici in miniatura che richiedono minuscoli canali o funzioni di interblocco ai componenti aerospaziali con complessi sistemi di raffreddamento, il MIM offre precisione e uniformità eccezionali.

Quando si tratta di parti che richiedono geometrie complesse, lo stampaggio a iniezione di metallo emerge come un chiaro vincitore rispetto alle tecniche di lavorazione convenzionali grazie alla sua capacità di creare progetti dettagliati in modo efficiente mantenendo alti livelli di precisione e convenienza.

Investimento in stampi

Quando si tratta di confrontare le tecniche di stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e di lavorazione, un fattore importante da considerare è l'investimento richiesto per lo stampo. In MIM, il costo iniziale degli utensili può essere piuttosto elevato a causa della necessità di stampi complessi in grado di gestire geometrie complesse. Questi stampi sono generalmente realizzati in acciaio temprato o altri materiali durevoli. Tuttavia, una volta creati gli stampi, possono essere utilizzati ripetutamente nei processi di produzione di massa.

D'altra parte, le tecniche di lavorazione richiedono spesso un investimento iniziale inferiore in attrezzature poiché le parti vengono prodotte tagliando via il materiale da un blocco pieno o da una barra. Ciò significa che non sono necessari stampi costosi. Tuttavia, se sono necessarie modifiche o cambiamenti di progettazione lungo la linea, potrebbe essere necessario creare nuovi strumenti.

Quando si considera l'investimento nello stampo come un fattore decisivo tra MIM e tecniche di lavorazione, è essenziale valutare fattori come i volumi di produzione previsti e le potenziali modifiche di progettazione nel tempo. Ogni approccio ha i suoi vantaggi e considerazioni quando si tratta di costi di investimento dello stampo.

Scarto di materiale

Un fattore importante da considerare quando si confrontano lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e le tecniche di lavorazione è la quantità di scarti di materiale generati durante il processo di produzione. Nella lavorazione tradizionale, il materiale in eccesso viene spesso rimosso attraverso il taglio o la molatura, con conseguente notevole quantità di scarto. Questo può essere costoso e richiedere molto tempo in quanto richiede risorse aggiuntive per lo smaltimento o il riciclaggio.

D'altra parte, MIM offre un approccio più efficiente con uno scarto di materiale minimo. Il metallo in polvere utilizzato in MIM viene miscelato con un legante per creare una materia prima che può essere modellata in forme complesse prima di essere consolidata attraverso il trattamento termico. Questo processo riduce gli sprechi e consente un migliore utilizzo dei materiali, rendendolo un'opzione rispettosa dell'ambiente.

Riducendo al minimo gli scarti di materiale, MIM non solo aiuta a ridurre i costi, ma contribuisce anche a pratiche di produzione sostenibili. Con meno rifiuti generati durante la produzione, le aziende possono ottimizzare l'utilizzo delle risorse e ridurre al minimo l'impatto ambientale, pur ottenendo parti di alta qualità. Che tu sia preoccupato per l'efficienza o la sostenibilità, considerare la quantità di scarti di materiale è fondamentale quando si decide tra MIM e tecniche di lavorazione.

Ultra-Grande

La capacità è un fattore importante da considerare quando si decide tra lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e le tecniche di lavorazione. MIM offre il vantaggio di elevati volumi di produzione grazie alla sua capacità di produrre parti complesse in grandi quantità. Con MIM, i produttori possono ottenere economie di scala producendo in modo efficiente migliaia o addirittura milioni di componenti.

D'altra parte, la lavorazione può essere più adatta per cicli di produzione più piccoli o per la produzione di piccoli volumi. Le tecniche di lavorazione consentono una maggiore flessibilità in termini di dimensioni dei lotti e possono soddisfare ordini personalizzati con tempi di consegna più brevi. Questo lo rende una scelta preferita per prototipi o progetti specializzati in cui le esigenze di capacità sono relativamente inferiori.

Quando si tratta di capacità, sia il MIM che la lavorazione hanno i loro punti di forza a seconda dei requisiti specifici e del volume di produzione desiderato. I produttori devono valutare attentamente le loro esigenze di produzione uniche prima di prendere una decisione sulla tecnica che meglio si adatta alle loro esigenze di capacità.

Forza e prestazioni

Forza e prestazioni nello stampaggio a iniezione di metalli (MIM) e le tecniche di lavorazione svolgono un ruolo fondamentale nel determinare quale processo di produzione è più adatto alle vostre esigenze.

In termini di resistenza, MIM offre prestazioni eccezionali grazie alla sua elevata densità e microstruttura omogenea. Il processo di metallurgia delle polveri utilizzato nel MIM consente la produzione di parti complesse con proprietà uniformi, risultando in componenti in grado di resistere ad applicazioni impegnative.

D'altra parte, anche le tecniche di lavorazione forniscono una forza impressionante. Tuttavia, è importante notare che alcuni materiali possono presentare resistenze alla trazione leggermente inferiori rispetto a quelli prodotti tramite MIM. Tuttavia, i processi di lavorazione consentono un controllo preciso sulle caratteristiche del materiale e possono produrre parti eccezionalmente robuste quando richiesto.

Quando si tratta di prestazioni, sia il MIM che le tecniche di lavorazione offrono risultati eccezionali. La scelta tra i due dipende in gran parte da fattori quali la complessità della parte, i requisiti di volume e considerazioni sui costi. La valutazione di questi fattori aiuterà a determinare quale tecnica è più adatta per ottenere forza e prestazioni ottimali nella specifica applicazione.

Comprendere le capacità uniche di ciascun metodo ti consentirà di prendere una decisione informata in merito a quale processo di produzione produrrà risultati di resistenza e prestazioni superiori per l'applicazione o il prodotto desiderato.

Processo di fabbricazione

Quando si tratta del processo di produzione, lo stampaggio a iniezione di metalli (MIM) e le tecniche di lavorazione presentano differenze nette. MIM comporta la combinazione di polveri metalliche fini con un materiale legante per creare una materia prima che viene poi iniettata negli stampi. Gli stampi vengono riscaldati e il legante viene rimosso, lasciando dietro di sé una solida parte metallica. Questo processo consente la produzione di volumi elevati di geometrie complesse con tolleranze ristrette.

D'altra parte, la lavorazione meccanica comporta la rimozione del materiale in eccesso da un blocco solido o da una lastra di metallo mediante taglio, foratura, fresatura o molatura. È un processo di produzione sottrattivo in grado di produrre parti con dimensioni precise e finiture lisce. La lavorazione offre flessibilità in termini di modifiche di progettazione durante la produzione.

Sia il MIM che la lavorazione hanno i loro vantaggi a seconda dei requisiti specifici del progetto. Comprendere come funziona ciascun processo può aiutarti a determinare quale sia il più adatto alle tue esigenze quando si tratta di produrre parti di alta qualità in modo efficiente ed economico.

Geometria del progetto

La geometria di progettazione gioca un ruolo cruciale nel determinare quale tecnica di produzione, MIM (Metal Injection Molding) o lavorazione, è più adatta per un particolare progetto. La complessità della geometria del progetto può influire notevolmente sulla fattibilità e sull'efficacia in termini di costi di ciascun metodo.

In MIM, geometrie intricate e complesse sono facilmente realizzabili grazie alla capacità di stampare parti con dettagli fini e sottosquadri. Questo lo rende ideale per la produzione di componenti con forme complesse come ingranaggi, connettori e impianti medici. D'altra parte, la lavorazione è più adatta per geometrie più semplici che richiedono dimensioni precise e bordi dritti.

La scelta tra MIM e lavorazione meccanica dipende anche da fattori come la funzionalità del pezzo e il volume di produzione. Se il tuo progetto richiede progetti complessi che non possono essere facilmente realizzati con i metodi di lavorazione tradizionali o se hai bisogno di una produzione in grandi volumi di parti complesse, allora MIM potrebbe essere l'opzione più adatta a te. Tuttavia, se il tuo componente ha requisiti di geometria più semplici o volumi di produzione inferiori, la lavorazione potrebbe fornire una soluzione più conveniente.

Cicli di produzione

Quando si confrontano le tecniche di stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e di lavorazione, un fattore importante da considerare è il ciclo di produzione. In MIM, il processo prevede la miscelazione di polveri metalliche con un agente legante, l'iniezione della miscela in uno stampo, il deceraggio e quindi la sinterizzazione per ottenere il prodotto finale. Questo processo in più passaggi può richiedere diverse settimane dall'inizio alla fine.

D'altra parte, le tecniche di lavorazione comportano il taglio del materiale da un blocco pieno o da una billetta utilizzando vari strumenti come trapani e torni. Questo metodo di produzione sottrattivo ha in genere cicli di produzione più brevi rispetto al MIM poiché sono coinvolti meno passaggi.

Tuttavia, vale la pena notare che la complessità della parte prodotta può anche influire sui cicli di produzione sia per il MIM che per i metodi di lavorazione. I progetti complessi possono richiedere più tempo per i cambi di utensile o configurazioni specializzate nei processi di lavorazione, mentre le geometrie complesse in MIM possono richiedere tempi di sinterizzazione più lunghi.

Quando si considerano i cicli di produzione tra MIM e tecniche di lavorazione, è fondamentale tenere conto non solo del processo di produzione specifico, ma anche di fattori come la complessità delle parti che possono influenzare le tempistiche complessive.

Costo di produzione

Quando si tratta di processi di produzione, il costo è sempre una considerazione chiave. Le tecniche di stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e di lavorazione presentano differenze nette in termini di costi di produzione.

Un fattore che influisce sul costo di produzione in MIM è l'investimento iniziale per la creazione di utensili e stampi. Questa spesa iniziale può essere significativa, soprattutto per geometrie complesse o progetti intricati. Tuttavia, una volta creato lo stampo, il MIM consente la produzione di volumi elevati a un costo per parte relativamente basso.

D'altra parte, la lavorazione in genere comporta costi iniziali inferiori poiché non è necessario creare stampi. Tuttavia, a seconda della complessità della parte e delle sue dimensioni, la lavorazione può richiedere più tempo e processi ad alta intensità di manodopera che possono influire sui costi di produzione complessivi.

Sebbene MIM possa avere costi di investimento iniziali più elevati a causa della creazione di stampi, spesso fornisce una soluzione più economica per la produzione di grandi volumi. Le tecniche di lavorazione possono offrire spese iniziali inferiori, ma possono comportare costi complessivi più elevati a seconda di fattori quali la complessità del pezzo e il tempo di elaborazione richiesto.

Generazione di rifiuti

La generazione di rifiuti è un fattore cruciale da considerare quando si confrontano lo stampaggio a iniezione di metalli (MIM) e le tecniche di lavorazione. Nella lavorazione tradizionale, lo spreco di materiale può essere significativo a causa della natura sottrattiva del processo. Spesso vengono rimossi grossi pezzi di metallo, con conseguente notevole materiale di scarto che deve essere gestito.

D'altra parte, MIM offre un approccio più efficiente con una produzione minima di rifiuti. Il metallo in polvere utilizzato in MIM consente la sagomatura precisa e il riempimento di geometrie complesse, lasciando poco spazio per il materiale in eccesso. Qualsiasi polvere residua può anche essere riciclata e riutilizzata, riducendo ulteriormente gli sprechi.

Riducendo al minimo la produzione di rifiuti, Il MIM non solo aiuta a ridurre l'impatto ambientale, ma contribuisce anche al risparmio sui costi ottimizzando le materie prime utilizzo. Ciò lo rende un’opzione interessante per le industrie che desiderano adottare pratiche di produzione sostenibili mantenendo standard di produzione di alta qualità.

Produzione additiva VS. Manifattura sottrattiva

Quando si tratta di tecniche di produzione, spiccano due metodi: produzione additiva e produzione sottrattiva. La produzione additiva, nota anche come stampa 3D, prevede la costruzione di una parte strato dopo strato utilizzando materiali come plastica o metallo. D'altra parte, la produzione sottrattiva comporta la rimozione di materiale da un blocco solido per creare la forma desiderata.

In termini di flessibilità, la produzione additiva prende il comando. Permette geometrie complesse che sarebbero difficili o impossibili da realizzare con le tradizionali tecniche di lavorazione. Con la produzione sottrattiva, tuttavia, potrebbero esserci limitazioni alla libertà di progettazione dovute a vincoli di attrezzaggio.

Un altro fattore importante è la produzione di rifiuti. La produzione additiva produce scarti minimi poiché nella costruzione di ogni strato viene utilizzata solo la quantità necessaria di materiale. Al contrario, la produzione sottrattiva genera più scarti in quanto il materiale in eccesso viene rimosso durante il processo di lavorazione.

Sia la produzione additiva che quella sottrattiva hanno i loro punti di forza e di debolezza a seconda di requisiti e vincoli specifici. Comprendere queste differenze può aiutare i produttori a prendere decisioni informate su quale tecnica si adatta meglio alle loro esigenze.

Ripetibilità vs Tolleranza

La ripetibilità e la tolleranza sono due fattori importanti da considerare quando si decide tra lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) e le tecniche di lavorazione. La ripetibilità si riferisce alla capacità di un processo di produzione di produrre costantemente parti identiche, mentre la tolleranza è la variazione consentita nelle dimensioni per una data parte.

In MIM, la ripetibilità è generalmente superiore rispetto alle tecniche di lavorazione. Questo perché MIM utilizza stampi in grado di produrre più parti contemporaneamente con una qualità costante. L'utilizzo di stampi garantisce che ogni pezzo prodotto abbia le stesse dimensioni e caratteristiche, con conseguente elevata ripetibilità.

D'altra parte, le tecniche di lavorazione possono avere una ripetibilità inferiore a causa di vari fattori come l'usura degli utensili, le vibrazioni della macchina e l'errore umano. I processi di lavorazione si basano su utensili da taglio che si consumano gradualmente nel tempo, portando a leggere variazioni dimensionali da una parte all'altra.

La tolleranza gioca un ruolo cruciale nel determinare se il MIM o la lavorazione è più adatto per un'applicazione specifica. Se sono richieste tolleranze ristrette per una parte, la lavorazione può essere preferita in quanto consente un controllo preciso sulle dimensioni. Tuttavia, se sono accettabili tolleranze più ampie o se è necessario ottenere geometrie complesse senza sacrificare le prestazioni, MIM può offrire soluzioni convenienti con una buona ripetibilità.

Comprendendo le differenze tra ripetibilità e tolleranza in relazione al MIM e alle tecniche di lavorazione, i produttori possono prendere decisioni informate sulla scelta del metodo di produzione più adatto in base ai loro requisiti specifici.

Flessibilità di progettazione e modifiche

Quando si tratta di flessibilità di progettazione e modifiche, il Metal Injection Moulding (MIM) assume un ruolo guida. Con la possibilità di creare geometrie complesse e progetti intricati, MIM offre ai produttori maggiore libertà nello sviluppo dei loro prodotti.

A differenza delle tecniche di lavorazione, che possono avere limitazioni sulle possibilità di progettazione a causa dei requisiti degli utensili o delle proprietà dei materiali, il MIM consente una maggiore creatività e innovazione. Il processo prevede l'iniezione di a polvere di metallo mescolato con un legante nella cavità dello stampo, il che significa che è possibile ottenere quasi tutte le forme.

Inoltre, MIM consente facili modifiche durante il processo di produzione. Se è necessario apportare modifiche al design o alle dimensioni di una parte, spesso è possibile apportare modifiche senza ritardi significativi o costi aggiuntivi.

Al contrario, le tecniche di lavorazione richiedono in genere nuovi utensili o aggiustamenti di programmazione se sono necessarie modifiche. Ciò può comportare cicli di produzione più lunghi e maggiori spese.

Mentre sia lo stampaggio a iniezione di metallo (MIM) che le tecniche di lavorazione hanno i loro vantaggi a seconda dei requisiti specifici di un progetto, quando si tratta di flessibilità di progettazione e facilità di modifiche durante i processi di produzione, lo stampaggio a iniezione di metallo emerge come il vincitore. La sua capacità di produrre progetti complessi e di adattarsi facilmente alle modifiche lo rende una scelta ideale per le industrie che cercano opzioni di personalizzazione avanzate.

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Scorrere fino a Top